Una mostra multimediale sulla Settimana Santa a Sorrento

Dal 16 febbraio 2018 al giorno di Pasqua (1° aprile 2018) Villa Fiorentino a Sorrento ospiterà una magnifica mostra multimediale intitolata “La Settimana Santa a Sorrento” che sarà aperta al pubblico dalle ore 10.00 alle ore 13.00 e dalle ore 16.00 alle ore 19.00 (sabato e domenica fino alle ore 20.00).
L’ evento è da considerare sicuramente eccezionale perché ruota attorno all’ utilizzo di una serie di splendide immagini tratte da una delle cineteche più belle e ricche dell’ intera Penisola Sorrentina: quella allestita nel corso di oltre mezzo secolo da Lino ed Antonino Fattorusso.
Destinata ad accendere i riflettori su tutte le cerimonie religiose che vengono solennemente celebrate nella città del Tasso durante questo particolare periodo dell’ anno, l’ expo sarà caratterizzata dalla proposizione di sezioni che aiuteranno i visitatori a cogliere i significati e le sfumature dei singoli riti seguendo fedelmente il calendario degli eventi religiosi che si susseguono
Il tutto partendo dalla benedizione delle palme che, per l’ appunto, avviene in occasione della Domenica delle Palme, per finire alla celebrazione delle messe che accompagnano l’ intera giornata destinata a ricordare la Resurrezione di Gesù Cristo.
Nel mezzo tanti appuntamenti tra i quali:
– la processione dell’ Addolorata Madre, organizzata dalla comunità parrocchiale della Marina Grande in occasione del Lunedì Santo;
– la Via Crucis Vivente organizzata dalla Parrocchia di Santa Lucia il Martedì Santo;
– la processione per la Visita agli Altari della Reposizione, organizzata dall’ Arciconfraternita del SS. Rosario nella serata del Giovedì Santo;
– l’ allestimento degli Altari della Reposizione, detti anche “Sepolcri”, all’ interno delle chiese sorrentina e prevista nella stessa sera del Giovedì Santo;
– la processione bianca, detta anche dell’ Addolorata, organizzata dall’ Arciconfraternita di Santa Monica, all’ alba del Venerdì Santo;
– la processione nera, detta anche del Cristo Morto, organizzata dall’ Arciconfraternita della Morte, nella serata del Venerdì Santo;
– la Veglia Pasquale, organizzata presso la Cattedrale di Sorrento, nella tarda serata del Sabato Santo.
Altri approfondimenti saranno riservati alle tradizioni tipiche locali, quali la produzione delle palme di confetti, ed a quelle che caratterizzano gli aspetti gastronomici.
A tutto questo si aggiungerà: l’ esposizione di preziosi oggetti messi a disposizione dalle Arciconfraternite che organizzano le principali processioni pasquali a Sorrento e la proposizione di opere di celebri artisti e maestri artigiani che hanno realizzato stupendi lavori che hanno attinenza con la Settimana Santa a Sorrento.
Tra le tante celebri espressioni dell’ estro sorrentino saranno, tra l’ altro, i capolavori di Marcello Aversa, Bruno e Renato Balsamo oltre che di maestri artigiani del calibro di Mario D’ Alesio, Giuseppe Rocco, oltre che di Michele Calemma e di suo figlio Nello.
Ulteriori spazi saranno dedicati alle opere di Valentino Ruggiero e ad uno degli indimenticati maestri del “Miserere”: Giovanni Ambrosino.
Grazie a questa esposizione, insomma, i visitatori avranno la possibilità di cogliere una infinità di dettagli circa le processioni, i riti e le tradizioni popolari che sono tipiche del capoluogo della Penisola Sorrentina e che conferiscono un fascino particolare alla stessa Città del Tasso nella settimana compresa tra la Domenica delle Palme e la Santa Pasqua.
Il fulcro dell’ expo, in ogni caso, resta da individuarsi nella miriade di scatti e di video che nel corso di svariati decenni hanno arricchito la collezione di due dei più celebri fotografi della Costiera Sorrentina: Lino ed Antonino Fattorusso.
Si tratta di un evento assolutamente esclusivo perché, in questa occasione, il pubblico avrà modo di ammirare la parte migliore delle immagini pasquali appartenenti ad un repertorio capace di fare invidia alle migliori cineteche.
Come opportunamente evidenziato nella brochure che fornisce informazioni sull’ esposizione, deve tenersi conto del fatto che “Mai appagati dalla quantità di immagini di alta qualità riprese dai loro obiettivi, infatti, Lino ed Antonino Fattorusso, con maniacale puntualità hanno immortalato con i loro scatti uomini, donne, panorami, luoghi ed eventi senza tralasciare l’ esigenza di dedicare la propria attenzione ad ogni singola edizione.
Grazie a tanta passione, quindi, Sorrento oggi può disporre di un archivio fotografico capace di raccontare la storia locale di oltre cinquant’ anni, anche solo ricorrendo all’ utilizzo delle sole immagini”.
La parte migliore di queste splendide immagini capaci di cogliere ogni dettaglio che riguardi la Settimana Santa a Sorrento permetterà ai visitatori di cogliere sfumature suggestive ed emozionanti fino a maturare una piena conoscenza della materia.
Per i cittadini residenti a Sorrento si tratta di una opportunità per ricordare persone che non ci sono più; per rivivere momenti commoventi degli anni passati e rispolverare tanti, tantissimi ricordi.
Per quanti si recano a Sorrento per una visita e per i turisti in genere, invece, la stessa expo si trasformerà in una occasione utile per acquisire conoscenze grazie alle quali sentirsi invogliati a vivere personalmente, nell’ immediato o in futuro, il misticismo e la calda atmosfera della Settimana Santa Sorrentina.