Dediche e ringraziamenti

A Giuseppe Cuomo perché, quale Sindaco, rappresenta la città di Sorrento ed è motivo di orgoglio per tutti i sorrentini e, dunque, anche il mio.
E perché, nei suoi confronti, come uomo, nutro sincera e profonda riconoscenza per avermi accordato la sua amicizia, prima ancora della sua fiducia.

Ai nuovi amici di Eilat nel solco di antichi rapporti di cordialità che legano Sorrento al popolo di Israele.

A chi mi vuole bene anche in silenzio.

Il presente lavoro è stato pubblicato (a spese personali), nella versione cartacea, in un numero limitato di sole 30 copie che, rigorosamente, non sono da intendersi finalizzate ad uso commerciale.
Una versione simile – ma non eguale – è adesso disponibile su questo sito.

Ringrazio:
1) Il professore Giancarlo Lacerenza per avermi accordato la sua disponibilità in prospettiva futura e per avermi consentito di rendere questo lavoro meno lacunoso.
2) Mio figlio Gino per avere voluto spontaneamente sacrificare – anche se per fortuna solo parzialmente – le sue vacanze pasquali (trascorse con me nel 2017) per aiutarmi a scrivere una parte di questa opera quale gesto di affetto nei miei confronti e di amore di quella che resterà per sempre la sua Sorrento.