Natura a Sorrento

Prima ancora di offrire ai suoi ospiti tante diverse bellezze storiche, artistiche e monumentali, Sorrento e la Penisola Sorrentina fin da epoca remota hanno affascinato i loro visitatori per la bellezza che caratterizza le loro risorse naturali.
Le suggestioni procurate dalla visione degli incantevoli panorami del Golfo di Napoli e del Vesuvio, dell’ Isola di Capri e perfino dell’ Isola di Ischia si arricchiscono con il blu di un seducente mare, con il verde di una intrigante “macchia” di vegetazione tipicamente mediterranea, con l’ oro di un sole splendente (soprattutto d’ estate), con il rosso di tramonti estasianti e con una miriade di altri colori che caratterizzano un contesto ambientale assolutamente unico.
Non a caso il mito della Terra delle Sirene si è sviluppato fin dai tempi in cui la Grecia era considerata il faro della civiltà occidentale.
Omero, infatti, non riuscendo a giustificare le capacità ipnotiche che la Costiera Sorrentina riusciva ad esercitare agli occhi dei suoi ospiti, trasformò questa terra in dimora di quegli entità mitologici che, per l’ appunto, erano le sirene.
In realtà, più che il canto di questi esseri – all’ epoca descritti come metà donne e metà uccelli – coloro che passavano lungo queste coste restavano ammaliati proprio dalla bellezza della natura.
Malgrado lo sviluppo urbanistico che si è registrato nel corso dei secoli, proprio quella stessa natura che ha contribuito a rendere celebre la costiera di Sorrento fin dall’ antichità non ha perso il suo fascino ed i suoi motivi di interesse.
Anche per questa ragione, chi desidera programmare le sue vacanze a Sorrento, oltre a prevedere una visita della città del Tasso – e degli altri comuni della Penisola Sorrentina – nonché di tante altre meravigliose località turistiche della provincia di Napoli (ad esempio, Pompei, Ercolano, Capri, Ischia, Procida e la stessa Napoli), del Golfo di Salerno e della Costiera Amalfitana (Amalfi, Positano, Ravello, Maiori, Praiano, Furore, etc.) non può trascurare l’ opportunità di dedicare le proprie attenzioni anche alle tante opportunità ancora offerte dal contatto con gli ambienti naturali.

Giusto per rendere un’ idea delle tante diverse possibilità di scelta, basti pensare alla possibilità di organizzare una giornata in uno dei magnifici stabilimenti balneari di Sorrento, o presso un lido di Massa Lubrense, o lungo una spiaggia di Piano di Sorrento, di Sant’ Agnello e di Meta.
E sempre parlando di mare, non si può trascurare la possibilità di prenotare attività di pesca turismo nel Parco Marino della Punta della Campanella, o di trekking subacqueo nel mare del parco marino della Punta della Campanella, o di semplice escursione via mare lungo le coste della Penisola stessa.
Sulla terra ferma poi – panorami e belvedere a parte (che pure sono numerosissimi) – si possono calendarizzare passeggiate nel verde destinate a far sì che il trekking a Sorrento, così come il trekking in Costiera Sorrentina, si trasformino in qualcosa di indimenticabile.
D’ altro canto se solo si considera che ancora oggi la terra delle sirene vanta un posto di riguardo nell’ ambito delle località turistiche del Grand Tour Internazionale si fa presto a comprendere il perché Sorrento e la Penisola Sorrentina, mantengano un posto di assoluto rilievo nelle preferenze di quegli stranieri che programmano le proprie vacanze in Italia, così come di quegli italiani che prediligono il Belpaese al resto del mondo.
Non a caso i più celebri artisti e letterati dell’ Ottocento, del Novecento e dei giorni nostri hanno ispirato ed ispirano i loro capolavori alle bellezze naturali offerte dalla Costiera Sorrentina.
Nelle pagine pubblicate in questa sezione del nostro sito si potranno trovare una miriade di spunti diversi e proprio partendo da queste scegliere la soluzione che più si avvicina ai propri desideri.
Fabrizio Guastafierro

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*