La storia dell’ ascensore della Villa Comunale

Cerimonia di inaugurazione dell' ascensore che collega la Villa Comunale con la Marina Piccola a Sorrento

Cerimonia di inaugurazione dell’ ascensore che collega la Villa Comunale con la Marina Piccola a Sorrento

23 Luglio 2011: Si inaugurano i nuovi ascensori destinati a collegare la Villa Comunale sorrentina dedicata a “Salve D’ Esposito” con la Spiaggia San Francesco e, più in generale con il centro di Sorrento. La città del Tasso finalmente, torna a poter disporre di un servizio di collegamento rapido tra il suo centro abitato ed il litorale.
L’ evento, in realtà, era previsto per il mese di giugno, ma alcune impreviste difficoltà burocratiche, hanno fatto slittare, anche se di poco, l’ attesissima cerimonia inaugurale.
Non appena maturata la certezza di aver superato gli ultimi ostacoli procedurali, quindi, si preferisce far sì che l’ impianto entri subito in funzione e, anche a costo di sacrificare l’ opportunità di predisporre una cerimonia in grande stile – come pure la circostanza avrebbe richiesto –, si organizza in poche ore un taglio del nastro abbastanza informale.
L’ ansia di restituire alla Terra delle Sirene un’ opera indispensabile per soddisfare le esigenze di cittadini, villeggianti e residenti, è grande; così come pressanti sono le sollecitazioni della gente comune che teme di veder trascorrere un’ altra stagione estiva dovendo affrontare estenuanti salite e discese a piedi o dovendosi accontentare di un servizio shuttle allestito ricorrendo all’ utilizzo di mini-bus impegnati lungo il percorso Piazza Sant’ Antonino – Piazza Marinai d’ Italia (Porto) e viceversa.
E così alla pompa si predilige il pragmatismo.

Eppure si tratta di un evento al quale nessuno vuole mancare. Ad esso intervengono il primo cittadino di Sorrento, Giuseppe Cuomo, consiglieri comunali, assessori, altri esponenti di spicco della politica oltre che autorità civili e militari.
Sono le 9,30 del primo giorno di un caldo week end estivo, dunque, quando il Sindaco Cuomo, giustificatamene soddisfatto, taglia il nastro, effettua le prime corse in salita ed in discesa e dichiara: “Con questa opera, diamo il via al progetto di pedonalizzazione della nostra città. Si tratta anche di un esempio di come la sinergia tra pubblico e privato, dove applicata, porti a grandi benefici per la collettività. Il nostro auspicio è che un numero sempre maggiore di imprenditori decidano di investire sul nostro territorio”.
Gli fanno eco Francesco Leonelli e Francesco Schisano, amministratori della Sorrento Mare s.r.l. (società concessionaria dell’ impianto) che aggiungono: “Gli ascensori, oltre a costituire un valido mezzo di trasporto, avranno una funzione sociale. Finalmente sarà offerta l’ opportunità a portatori di handicap, anziani e bambini di raggiungere agevolmente quest’ area. Tutto questo senza contare sul fatto che questa soluzione servirà a decongestionare il traffico della zona del porto. Grazie al lavoro di squadra, ai progettisti, agli operai e ai tecnici, abbiamo portato a termine un’ opera che dà lustro alla nostra Sorrento”.
Poi resta appena il tempo per uno scrosciante applauso dopo il “taglio del nastro” prima di cominciare con una frenetica serie di corse.
Il centro cittadino di Sorrento, la spiaggia ed il suo porto di Sorrento non sono più così distanti come è sembrato negli ultimi cinque anni. Sorrento può nuovamente disporre di una infrastruttura indispensabile tanto per assecondare la sua vocazione turistica, quanto per soddisfare le legittime aspettative dei propri cittadini.
Fabrizio Guastafierro

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*