Spunti bibliografici per la Storia di Masaniello di Sorrento

L’ insurrezione napoletana del 1547, capitanata da Tommaso Anello di Sorrento (o Tommaso Aniello da Sorrento) è già stata più o meno approfonditamente trattata, in varie epoche e da diversi studiosi nell’ ambito di svariate pubblicazioni.
Ritenendo di offrire un servizio utile a quanti eventualmente desiderano approfondire l’ argomento, più di quanto non venga fatto sul nostro sito, riportiamo di seguito una bibliografia essenziale rendendo disponibile una serie di “utility” e di link che, spesso, consentono di consultare “on line” copie originali delle pubblicazioni stesse.

Fatta questa premessa deve immediatamente essere precisato che il testo che più specificamente vede direttamente interessato il nostro eroe è quello intitolato “L’ Inquisizione di Napoli o Masaniello da Sorrento e Cesare Mormile: racconto del 1547” scritto da Giacomo Marulli e pubblicato a Napoli nel 1882 a cura di Giuseppe Eschena.
Allo stato non siamo riusciti a consultare questa pubblicazione, né a rinvenirla tramite internet, tuttavia possiamo affermare con certezza che essa è disponibile presso La Biblioteca Nazionale “Vittorio Emanuele III” di Napoli.

Tra i testi che pure sono stati elaborati sul medesimo argomento, in maniera monografica figura, inoltre, quello scritto da Michele Baldacchini ed intitolato “Storia Napoletana nell’ anno 1547” che fu pubblicata a Napoli, nel 1872, da Stefano Paladini.
Quest’ opera è integralmente consultabile tramite internet utilizzando il seguente link:
https://books.google.it/books?id=sLFFIoh2r5kC&printsec=frontcover&dq=storia+napoletana+dell%27+anno+1547&hl=it&sa=X&ved=0ahUKEwihyvzFgMvZAhWObFAKHXTLDcUQ6AEILjAB#v=onepage&q=storia%20napoletana%20dell’%20anno%201547&f=false
Di questa opera, in altra sede, proponiamo un estratto che riguarda il solo 4° libro (ovvero dalla pagina 99 a pagina 123 della pubblicazione) perché si tratta della parte che più specificamente ci vede interessati.

Particolarmente interessante perché redatta da un autore che visse personalmente gli anni della rivoluzione del 1547 è anche l’ opera intitolata dell’ “Istoria di Notar Antonino Castaldo in quattro libri ne’ quali si descrivono gli avvenimenti più memorabili succeduti nel Regno di Napoli sotto il governo del Vicerè Don Perdo di Toledo e dei vicerè suoi successori fino al Cardinal Granvela” che fu pubblicata a Napoli nel 1769.
La pubblicazione è integralmente consultabile, in maniera monografica, utilizzando il seguente link:
https://www.google.it/search?q=antonino+castaldo&safe=active&rlz=1C1KYPB_enIT684IT684&source=lnms&tbm=bks&sa=X&ved=0ahUKEwj0irLAhsvZAhXDmLQKHaUjDbcQ_AUIECgB&biw=1440&bih=794
La stessa opera è contenuta anche all’ interno del tomo sesto della “Raccolta di tutti i più rinomati scrittori dell’ Istoria generale del Regno di Napoli principiando dal tempo che queste provincie hanno preso forma di Regno”, pubblicato nel 1769 che è consultabile utilizzando il seguente link:
https://books.google.it/books?id=-iwHAi2Bk2YC&printsec=frontcover&dq=editions:7ucX7-tarsUC&hl=it&sa=X&ved=0ahUKEwiT7Kvoi8vZAhXLUlAKHZs-DscQ6AEITzAH#v=onepage&q&f=false

Sempre all’ interno del tomo sesto della “Raccolta di tutti i più rinomati scrittori dell’ Istoria generale del Regno di Napoli principiando dal tempo che queste provincie hanno preso forma di Regno”, pubblicato nel 1769, è contenuto anche il testo di Umberto Folieta intitolato “Tumultus neapolitani sub Pedro prorege” che pure riguarda i fatti del 1547.
Il testo dell’ intero volume è consultabile utilizzando il seguente link:
https://books.google.it/books?id=-iwHAi2Bk2YC&printsec=frontcover&dq=editions:7ucX7-tarsUC&hl=it&sa=X&ved=0ahUKEwiT7Kvoi8vZAhXLUlAKHZs-DscQ6AEITzAH#v=onepage&q&f=false

Ancora redatto da un autore che visse in epoche contemporanee allo svolgimento dei fatti è il testo intitolato “Vita di Don Pietro di Toledo, Marchese di Villafranca, composta da Scipione Miccio, Cittadino Napolitano”, contenuto nel IX tomo dell’ “Archivio Storico Italiano ossia raccolta di opere e documenti inediti o divenuti rarissimi riguardanti la Storia d’ Italia”, pubblicato a Firenze nel 1846.
L’ intero volume è consultabile tramite internet utilizzando il seguente link:
https://archive.org/details/archiviostoricoi09depuuoft

Sempre scritto da uno studioso che visse a Napoli nella stessa epoca in cui scoppiò la rivoluzione napoletana del 1547 è: “L’ Istoria d’ Italia nell’ anno MDXLVII e la descrizione del Regno di Napoli di Camillo Porzio, per la prima volte pubblicate per cura dell’ Accademia Pontaniana colle memorie intorno alla vita del Porzio” di Agostino Gervasio, Pubblicato a Napoli nel 1839
L’ intero volume è consultabile tramite internet utilizzando il seguente link:
https://books.google.it/books?id=QZ1-IF0nf84C&pg=PA42&dq=dell%27+istoria+d%27+italia+in+la+congiura+de+Beroni+del+regno+di+Napoli&hl=it&sa=X&ved=0ahUKEwjTvLXk99HZAhWMN8AKHSoFB1cQ6AEIKjAA#v=onepage&q=dell’%20istoria%20d’%20italia%20in%20la%20congiura%20de%20Beroni%20del%20regno%20di%20Napoli&f=false