Il meglio di Sorrento

Il meglio di Sorrento nasce dall’ idea di rendere fruibili in rete il maggior numero di informazioni disponibili sulla Terra delle Sirene a partire dalle epoche più remote, per arrivare fino ai giorni nostri.

Nel dichiarato tentativo di riservare un opportuno spazio alle migliori espressioni di una realtà in grado di eccellere in diversi ambiti, su questo sito proporremo, tra l’ altro, studi inediti; libri (o parte di essi) editi, ma non in commercio; documenti; tesi; approfondimenti monografici ed immagini.

Il desiderio dichiarato è quello di rendere consultabili: approfondimenti storici, testimonianze, notizie utili di vario genere e curiosità in grado, in primo luogo, di soddisfare le aspettative dei visitatori e, poi, di consentire una visione di insieme circa le eccellenze espresse da Sorrento e dalla intera Costiera che da essa prende il nome.

In questo senso, tutti i comuni della magnifica Penisola Sorrentina saranno considerati come facenti parte di una unica entità territoriale capace di conservare la sua antica funzione di “radice” unica dalla quale, nel corso dei secoli, sono “germogliate” e “fiorite” le municipalità oggi conosciute con il nome di Massa Lubrense, Sant’ Agnello, Piano di Sorrento, Meta, Vico Equense e, per l’ appunto, Sorrento.

Il tutto in un’ ottica che consenta di maturare una visione in grado di superare pur legittimi sentimenti campanilistici.

In questo senso, quindi, deve essere sottolineato che la scelta di utilizzare come logo uno stemma caratterizzato da sei fusi (e non cinque, così come proposto dall’ attuale insegna della Città di Sorrento) non è casuale.

E’ questa, infatti, (come meglio si potrà vedere nella sezione in cui si propone un libro specificamente editato proprio sullo stemma della Città di Sorrento) la foggia dell’ arma nella quale, almeno fin dall’ epoca angioina, si identificava l’ intera Terra delle Sirene.

Prima dell’ avvento di Carlo I d’ Angiò, parlare di Sorrento, equivaleva a parlare di un territorio compreso tra la Punta della Campanella (Massa Lubrense) ed i confini dell’ attuale Vico Equense (se non oltre).

Così come non è casuale la scelta di far sormontare questa insegna da una corona reale e non dalla civica corona turrita.

Ciò per marcare la dignità riconosciuta alla Città del Tasso – da ogni dinastia – mediante il conferimento dello status di città facente parte del demanio regio (e, dunque, non assoggettabile, né assoggettata ad alcun feudatario).

Queste scelte allegoriche, insomma, testimoniano il desiderio di mantenere alto il prestigio di una realtà la cui nobiltà è tanto più esaltata quanto più si considera l’ importanza delle famiglie nobili che l’ hanno abitata.

Agli approfondimenti relativi alle famiglie nobili di epoche passate, in ogni caso, saranno alternati spaccati biografici di quegli uomini (e, naturalmente, quelle donne) le cui gesta, anche in epoche recenti, hanno contribuito a dare lustro al nome stesso di uno dei luoghi più belli del mondo.

Ed ancora, troveranno spazio, sempre su “Il meglio di Sorrento”: approfondimenti su miti, leggende e curiosità; contributi relativi ad un infinito patrimonio di bellezze storiche, artistiche, architettoniche e paesaggistiche; spunti per visitare la Penisola Sorrentina; notizie relative ai prodotti tipici, all’ agricoltura ed all’ artigianato locale; cenni relativi agli ospiti illustri ed agli artisti che hanno soggiornato e che si sono interessati alla Terra delle Sirene; approfondimenti su Chiese, monumenti e Musei; informazioni, e statistiche sui principali aspetti che riguardano vari settori di significativa rilevanza economica, turistica e sociale.

In tale ultimo ambito, quindi, non potranno mancare spaccati riservati a realtà imprenditoriali emergenti o, comunque, meritevoli d’ attenzione.

La speranza è quella di riuscire ad offrire un contenitore capace di racchiudere, in maniera omogenea, tutto ciò che riguarda il meglio della Terra delle Sirene e, al tempo stesso, tutte le informazioni che consentano di conoscere la Penisola Sorrentina a 360 gradi.

Ciò per cercare di soddisfare tanto chi ama questa realtà, quanto chi è appassionato alla sua storia, quanto – ancora – chi desidera visitarla e goderne a pieno i segreti utilizzando ogni utilità possibile.

E non solo.

Il meglio di Sorrento”, infatti, proprio per evidenziare il suo desiderio di spaziare in vari ambiti sarà articolato in varie sezioni nell’ ambito delle quali il navigatore potrà individuare la categoria che più è capace di rispondere alle sue aspettative ed alle sue esigenze.

Nell’ area dedicata alla Terra delle Sirene contemporanea si potranno trovare notizie di vario genere su:

  • L’ economia sorrentina in termini generali e con approfondimenti sulle grandi imprese locali.
  • Il turismo a Sorrento (con schede riservate a: Hotel di Sorrento, alberghi della Penisola Sorrentina e, più in generale, sulle strutture ricettive delle Costiera Sorrentina compresi, naturalmente, i B & B a Sorrento, le casa vacanza in Penisola Sorrentina ed ogni altro genere di sistemazione)
  • I ristoranti di Sorrento e i ristoranti della Penisola Sorrentina
  • L’ artigianato sorrentino
  • Prodotti tipici locali di Sorrento ed i prodotti tipici locali della Penisola Sorrentina
  • Cosa vedere a Sorrento
  • Natura
  • Curiosità
  • Tradizioni e folclore
  • Dintorni.

Chi lo desidera, insomma, potrà agevolmente trovare utili informazioni su Sorrento, notizie su come arrivare a Sorrento, sugli Hotel della Penisola Sorrentina e gli alberghi di Sorrento. Ed ancora su cosa vedere a Sorrento potendo agevolmente programmare escursioni a Sorrento (o escursioni partendo da Sorrento)

Nell’ area storico – nobiliare, invece, si potranno trovare approfondimenti sui seguenti argomenti:

  • Appunti per la storia di Sorrento ed appunti per la storia della Penisola Sorrentina
  • Approfondimenti storici
  • Famiglie sorrentine
  • Sorrentini illustri
  • Sorrento nei miti
  • Leggende su Sorrento e Leggende di Sorrento
  • Tesi di laurea su Sorrento e tesi di laurea sulla penisola Sorrentina oltre che sui Sorrentini, sulle loro attività economiche, sui loro usi, sulle loro tradizioni e su molti altri aspetti
  • Riproduzione libri antichi su Sorrento e riproduzione libri antichi sulla Penisola Sorrentina non consultabili tramite altre banche dati, portali, siti o motori di ricerca
  • Recensioni di libri su Sorrento e di libri sulla Penisola Sorrentina oltre che, anche in questo caso oltre che sui Sorrentini, sui loro usi, sulle loro attività economiche, sulle loro tradizioni e su molti altri aspetti.
  • Istituzioni di Sorrento e Istituzioni della Penisola Sorrentina.

Discorso a parte merita, infine, la sezione riservata all’ Osservatorio sul turismo a Sorrento.

Come già anticipato in precedenza, infatti, tra gli argomenti che saranno affrontati nelle pagine pubblicate da “Il meglio di Sorrento”, troveranno ampi spazi tanto gli aspetti statistici riferiti alla principale attività economica della Penisola Sorrentina, quanto studi, ricerche ed analisi sul turismo in Penisola Sorrentina.

In questo ultimo contesto non mancheranno:

  • una vera e propria guida sugli Hotel di Sorrento (con schede riservate ai singoli alberghi di Sorrento
  • una completa ed esauriente guida sui ristoranti di Sorrento

In seguito ci auguriamo di poter predisporre, su questa falsa riga anche un osservatorio sul turismo in Penisola Sorrentina ed un osservatorio sul turismo nella Provincia di Napoli.

Pur convinti del fatto che le finalità dichiarate presuppongano un impegno che potrebbe non conoscere mai la parola “fine” abbiamo valutato positivamente la possibilità di essere “on line” anche se in una versione ancora molto lacunosa.

A quanti ci visiteranno ed avranno avuto la pazienza di leggerci fin qui, dunque, chiediamo anticipatamente scusa per le omissioni eventualmente riscontrate (che ci auguriamo di colmare quanto prima) e per imperfezioni che – fin d’ ora – ci impegniamo ad eliminare.

Anche per questa ragione “Il meglio di Sorrento” è da considerare come un sito destinato ad essere sistematicamente arricchito e costantemente caratterizzato da “lavori in corso”.

Con il tempo, i contributi di quanti eventualmente vorranno collaborare, i suggerimenti e, perché no, anche con le critiche, speriamo di raggiungere risultati che possano essere considerati pienamente soddisfacenti.

Fabrizio Guastafierro

Sorrento