Currently browsing category

Lo stemma della Città di Sorrento, Page 2

7) Mille santi protettori per Sorrento

Particolarmente devoti a Sant’ Antonino, i sorrentini lo riconoscono come patrono assieme a Sant’ Attanasio, San Baccolo, San Renato e San Valerio. Tra gli avvocati celesti della Terra delle Sirene figurano anche la Maddalena e San Michele Arcangelo

9) I vessilli di Sorrento che non sono autorizzati

Il Gonfalone di Sorrento e bandiera di Sorrento risultano sprovvisti delle autorizzazioni che, viceversa, avrebbe dovuto rilasciare l’ Ufficio Onorificenze e Araldica del dipartimento del Cerimoniale dello Stato presso la Presidenza del Consiglio dei Ministri

10) Le armi “non autorizzate”

Le Armi di numerosi comuni della Penisola Sorrentina sono sprovvisti delle opportune autorizzazioni. Sant’ Agnello, Piano di Sorrento, Meta e Vico Equense, non hanno mai formalizzato alcuna richiesta per disporre di un proprio stemma, un proprio gonfalone ed una propria bandiera.

12) La nuova S di Sorrento

Nel 1996 Costanzo Iaccarino, apprezzò un’ idea del famoso pubblicitario, Filippo Leonelli e chiese la registrazione di una S stilizzata quale simbolo della città di Sorrento. Il marchio di Sorrento per il nuovo millennio.

15) Gli stemmi su mappe, dipinti, disegni ed incisioni di Sorrento

Alcuni esemplari dello stemma di Sorrento sono presenti nelle mappe di Pacichelli ed in quella custodita presso la Biblioteca Angelica di Roma. Altri esemplari di marmo si trovano nei pressi di edifici pubblici e monumenti di Sorrento. Altri ancora nella Basilica di Sant’ Antonino.