Chi è Giuliana Gargiulo

E’ cittadina del mondo ed è residente a Napoli, ma resterà per sempre figlia di Sorrento, orgogliosa di essere nipote di quel Manfredi Fasulo che, studioso di Torquato Tasso, tanti lavori ha dedicato al poeta e alla Terra delle Sirene.
E’ Giuliana Gargiulo: personaggio eclettico, estroso ed estroverso che, pur alle prese con mille impegni, non perde occasione per andare nella villa sorrentina di famiglia ed incontrare gli amici di sempre.
La sua è stata (ed è ancora) una carriera ricca di colpi di scena.
Non a caso il libro che racconta la storia della sua vita si intitola proprio “Colpo di scena”.
Nello spiegare le ragioni di questa scelta, Giuliana, ha avuto modo di precisare: “Il titolo di un libro, come il nome per un figlio, è sempre motivo di interrogativi ed indecisioni. Per questo libro è stato dettato dal suo significato letterale: una svolta improvvisa, una situazione ribaltata che ha prodotto una nuova luce: più grande, più bella, anche più consolatoria della precedente. Poi il teatro. Fin da bambina onnipresente nella mia vita, il teatro è il luogo dove il colpo di scena è d’ obbligo, sinonimo di un cambiamento e di quanto dovrà accadere. Il mio percorso è stato attraversato da incontri e ricordi ma i colpi di scena non sono mancati. Sempre senza dimenticare quanto mi disse Federico Fellini: “Gli imprevisti non solo fanno parte del viaggio, ma sono il viaggio stesso”. Ed io continuo a viaggiare”.
E viaggiando viaggiando, Giuliana ha spaziato in tante direzioni diverse grazie ad una vita piena di incontri: amichevoli, ufficiali, privati, pubblici, occasione continua di conoscenza e di confronto. A partire da quelli con Eduardo De Filippo, oltre che con attori ed attrici di grande fama, per giungere poi alla scelta di privilegiare il desiderio di avere figli e, quindi, il matrimonio. Scelta non facile che, però, di fatto diede il via alla brillante carriera di una donna capace di primeggiare come giornalista, scrittrice, conduttrice di eventi, esponente di spicco del mondo della cultura e del teatro, destinata a raggiungere sempre nuovi e prestigiosi traguardi.
In questo senso dopo aver collaborato a lungo con “Il Mattino” ha sommato collaborazioni con decine di settimanali e mensili tra i quali: TV sette e Sette (supplementi del Corriere della Sera), Amica, FMR, Max, Capital, Meridiani, Musica viva, Week end, Napolicity, Traveller, Madame Class ed altri ancora. Particolarmente ricca la sua bibliografia che, tra l’ altro, comprende le seguenti pubblicazioni:
Napoli donna (1987); “Con Eduardo” (1989); “Loro di Napoli” (1990); “Memorie di Sorrento” (1991); “Napoli nuda, vestita e travestita” (1991); “Napoli giorni e notti” (1992); “Roberto Murolo” (1993); “La case della vita” (1994); “Trentuno napoletani di fine secolo” (1995); “Napoli è” (1997); “Protagonisti” (1998); “Nicola Fasulo, ministro e martire” (1999); “Tutti in scena” (2003); “Guida di Napoli”; “Guida di Sorrento”; “Guida di Positano”; “Sorrento Uomini e fatti” volume 1 (2001); “Sorrento Uomini e fatti” volume 2 (2006); “Sorrento Uomini e fatti” volume 3 (2011); “Sorrento Uomini e fatti” volume 4 (2016); “In viaggio” (2004); “Una storia mia (mini)” (2004); “Carla Fracci dalla A alla Z” (2005; “Marisa Laurito” (mini) (2008); “Rudolf Nureyev” (mini) (2009); Piero Pedrini (mini) (2010).
Grazie a specifiche ed unanimemente riconosciute competenze, inoltre, è stata per un decennio consigliere del Teatro Stabile di Napoli, attualmente dell’ Airc ( Associazione italiana ricerca sul cancro) e degli Amici del San Carlo.
Conduce con successo alcuni dei più importanti eventi culturali, tanto nel capoluogo partenopeo quanto sul territorio della intera Regione Campania. Particolarmente legata alla rassegna “Sorrento gentile” che, per cinque anni al Chiostro di San Francesco, ha ospitato decine di protagonisti della cultura, dello spettacolo e dell’arte ( tra questi Carla Fracci e Beppe Menegatti, Marisa Laurito, Antonio Ghirelli, Roberto De Simone, Manlio Santanelli, Luciano De Crescenzo, Francesco Canessa, Luciano Romano, Giulio Baffi, Alfonso Iaccarino…)che, come altre manifestazioni, ha incontrato il favore del pubblico e della critica.
Tra gli altri hanno scritto di lei,(specificando che per i nomi evidenziati in rosso è possibile utilizzare link che consentono la lettura di quanto è stato pubblicato dai rispettivi autori): Renzo Arbore; Umberto Attardi; Giulio Baffi; Paola Borboni; Laura Caico; Ciro Cacciola; Diletta Capissi; Gaetano Colonnese; Ermanno Corsi; Amelia Cortese Ardias; Antonino Cuomo; Franco De Ciuceis; Pasquale De Orsi; Luciano De Crescenzo; Roberto De Simone; Francesca Pietropaolo; Cecilia Donadio; Danilo Donati; Eduardo; Manfredi Fasulo; Federico Frascani; Anna Maria Fierro; Vanni Fondi; Marisa Laurito; Mimmo Liguoro; Sasà Magri; Antonio Miele; Elisabetta Mirarchi; Enzo Moscato; Dino Murolo Landi; Pasquale Nonno; Maria Orsini Natale; Michele Prisco; Sergio Ragni; Domenico Rea; Renato Ribaud; Eugenio Sacco; Gaetano Salvemini; Clelia Sorrentino; Massimiliano Vajro; Carla Vidiri Varano; Lina Wertmuller; Desiree Klein ed altri ancora
Fabrizio Guastafierro
© Nessuna parte può essere riprodotta o trasmessa in qualsiasi forma o con qualsiasi mezzo elettronico, meccanico o altro, senza l’ autorizzazione scritta dell’ autore.

Per andare alla “pagina indice” dedicata agli operatori del mondo dell’ informazione e della comunicazione (nati, vissuti od operanti in Penisola Sorrentina), utilizza il seguente link:
http://www.ilmegliodisorrento.com/il-mondo-dell-informazione/