Mostra delle opere di Duclère al Museo Correale di Sorrento

Chi desidera trascorrere il Natale 2013 a Sorrento a contatto con l’ arte non può prescindere da una visita al Museo Correale di Terranova di Sorrento.
Anche durante le festività natalizie, infatti, la splendida struttura museale ospita la mostra intitolata “Teodoro Duclère 1812 – 1869, disegni e dipinti dell’ Italia Meridionale nella Collezioni del Museo Correale”.
Grazie ad essa i visitatori avranno modo di apprezzare due album, trenta dipinti e quasi centrotrenta disegni inediti di un artista che, allievo di Antoon Sminck Pitloo è annoverato tra i pittori che hanno saputo interpretare in maniera originale la raffigurazione dei paesaggi in maniera veristica e romantica.
L’ esposizione è stata allestita avendo cura di creare un percorso capace di “disegnare” l’ itinerario delle località del Mezzogiorno d’ Italia che Duclère ha visitato – tra il 1831 ed il 1868 – e, in parte, magistralmente immortalato nelle sue opere.
Grazie al suo estro, quindi, si potranno ammirare viste panoramiche, monumenti e scorci di paesaggi di meravigliose realtà della Campania quali la Penisola Sorrentina, i Campi Flegrei, Capri, Napoli, Salerno, Pompei, Procida ed Ischia.
E non solo.
Nell’ ambito della stessa mostra, infatti, si possono ammirare anche i lavori che hanno visto interessato Teodoro Duclère, fuori dei confini della Campania Felix ed in particolare in Sicilia, Puglia, Calabria, Basilicata, Lazio ed Abruzzo.
A questi si aggiungono anche alcune delle più belle opere che lo stesso artista ha prodotto nel raffigurare i costumi tipici e mestieranti dell’ epoca, quale frutto della intensa collaborazione con il De Boucard (autore di “Usi e costumi di Napoli e contorni”).

Di fatto – come viene sottolineato in un comunicato stampa – “Attraverso il confronto con i dipinti di Duclère oltre che delle opere di Pitloo e di Gigante, esposte nelle sale della scuola di Posillipo, si segue l’ evoluzione di Duclère disegnatore, dalla prima formazione vedutistica, negli anni Trenta, alla maturità, negli anni Quaranta, con l’ adozione dell’ inchiostro acquerellato a “rialzi biacca”, fino a raggiungere un linguaggio naturalistico, intenso e ricco di chiaroscuri, di nuova matrice palizziana, negli anno Sessanta dell’ Ottocento”.
Alla straordinaria iniziativa, che consente di apprezzare la ricchezza delle opere custodite nel Museo Correale di Terranova di Sorrento, è dedicato anche un magnifico catalogo edito da Con – fine e curato da Luisa Martorelli, Mario Russo ed Andrea Fienga.
In esso possono essere apprezzati – anche dopo la visita – 30 dipinti e 354 disegni che furono raccolti da Pompeo Coreale, che fu allievo del Duclère e che assieme al fratello Alfredo volle la nascita del Museo Correale stesso.
Tra questi la parte più significativa riguarda la Campania i cui luoghi più belli sono raffigurati in 23 dipinti e circa 200 disegni. Tuttavia una parte cospicua della produzione dell’ artista riguarda anche la Sicilia (7 dipinti ad olio e 200 disegni) ed i costumi regionali (37 disegni).
Già di per sé stessa interessante, la mostra – inaugurata il 28 settembre 2013 e destinata a rimanere aperta al pubblico fino al 30 aprile 2014 – fornisce lo spunto per visitare il Museo Correale che è annoverato tra i musei di Provincia più belli d’ Italia.
In oltre 1.200 metri quadrati di spazi espositivi, al suo interno si possono ammirare stupende collezioni e meravigliose raccolte d’ arte, oltre che reperti archeologici e capolavori della tarsia sorrentina.
Tra le collezioni spiccano quella di mobili napoletani, inglesi e veneziani, quella di porcellane (considerata tra le più belle d’ Europa) ed ancora quelle di cristalli di Boemia, di vetri di Murano, di antiche maioliche, di orologi e perfino di macchine fotografiche.
Per informazioni sulla mostra, oltre che sui giorni e sugli orari di apertura del Museo ci si può rivolgere allo 081-8781846.
Fabrizio Guastafierro

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*