Marina Grande di Sorrento: un angolo di Paradiso

Sorrento Marina Grande

Vista della Marina Grande dall’ alto

Stupendo borgo marinaro di Sorrento, la Marina Grande, nel corso degli anni, ha subito una lenta ma gradevole evoluzione.
Pur rimanendo la zona residenziale di tante famiglie che dalla pesca ricavano la propria fonte di reddito, infatti, la zona si è trasformata in uno delle più accoglienti località turistiche della Penisola Sorrentina.
Uno dei sui punti di forza in termini di “appeal” agli occhi dei visitatori è sicuramente la posizione.
Dalla Marina Grande di Sorrento, infatti, si possono ammirare: il Golfo di Napoli, il Vesuvio, la costa del Capo di Sorrento (che si estende fino alla zona dei bagni della Regina Giovanna) ed un caratteristico scorcio del costone tufaceo tipico della Penisola Sorrentina.
Non è un caso, quindi, se essa si sia rivelata come scenario ideale per le riprese di film più o meno famosi.
Tra quelli a cui gli abitanti del posto e dell’ intera Sorrento sono più legati, figura certamente “Pane, Amore e….”.che fu largamente ambientato proprio alla Marina Grande di Sorrento (nel 1955) e che vide Star del calibro di Sofia Loren, Vittorio De Sica e Dino Risi, trasformarsi quasi in “persone di casa”.

In un certo senso è stata proprio questa pellicola cinematografica – che ha riscosso particolare successo – a determinare una metamorfosi e lo sviluppo sempre crescente di attività collegate alla ristorazione, alla balneazione e, più in generale, allo svago.
Oggi i ristoranti della Marina Grande di Sorrento, sono tra i più frequentati della Costiera Sorrentina, non solo perché consentono di poter godere di magnifici panorami e dello stretto contatto con le onde del mare, ma anche perché capaci di proporre pietanze (soprattutto specialità di mare) assolutamente squisite.
Non si tratta, tuttavia, dell’ unica “attrazione”. Anche gli stabilimenti balneari della Marina Grande di Sorrento, infatti, risultano in rado di esercitare un significativo fascino agli occhi dei turisti.
L’ abitato, sebbene per il passato non sia stato al centro di grandi attenzioni, risulta assolutamente grazioso ed armonioso ed attualmente è oggetto di particolari cure soprattutto in occasione delle ristrutturazioni che vedono interessati i singoli fabbricati. L’ architettura è quella tipica dei borghi marinari dell’ Italia Meridionale
Chiamata ad assolvere – fin da tempi antichissimi – alla funzione di principale punto di ingresso a Sorrento dalla parte del mare, la Marina Grande, ancora oggi, conserva una delle porte (di epoca romana) che consentivano l’ accesso in città.
Si tratta di uno spaccato archeologico – al centro di recenti restauri – che è ben conservato e che si caratterizza soprattutto per la sua strutturazione “a doppia porta”.
Fabrizio Guastafierro

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*