Economia e società in Penisola Sorrentina

1.2.2. Il quadro socio-economico della Penisola sorrentina: qualità della vita e qualità ambientali
Il quadro socio-economico della Penisola Sorrentina è ben descritto in una ricerca avente ad oggetto la qualità della vita nei 92 comuni della provincia di Napoli, effettuata dall’ istituto di ricerca e certificazione per la statistica e l’informatica applicata (IRCSIA) nei primi mesi del 2003 e pubblicata sul quotidiano “Il Denaro”.1
Il territorio della penisola sorrentina si contraddistingue fortemente per un elevato numero di occupati (circa il 70% della popolazione attiva), un’alta percentuale di classe dirigente, un terziario molto avanzato (il 77% di attivi se si prende in considerazione esclusivamente Sorrento, Capri e Ischia), un forte artigianato (oltre il 26% delle imprese), un elevato numero di abitazioni non occupate (circa il 22% del totale), che mette in risalto il fenomeno delle seconde case di vacanza, un reddito disponibile elevato (11.500 euro pro capite se si considerano esclusivamente Sorrento e Capri), una significativa ricchezza immobiliare, un alto numero di imprenditori e laureati (in particolare Meta ha il più alto numero per abitanti di laureati), nonché un basso tasso d’ analfabetismo.
Di recente, inoltre, l’ Istituto Guglielmo Tagliacarne ha valutato il reddito disponibile per abitante e la spesa per consumi effettuata dai turisti nei Comuni campani all’anno 1998. Le cifre per i Comuni della Penisola Sorrentina sono riportate nella Tabella 1.2 e nel Grafico 1.2, e meritano un breve commento.
In primo luogo, tra due delle variabili stimate (reddito per abitante e percentuale dei consumi turistici sul totale dei consumi) si riscontra una correlazione positiva, pari a 0,62 (con probabilità d’errore inferiore al 5%)2

Spesa per consumi

Comuni e Aree

Per turismo (1)

Totale (2)

(1)/(2) in %

Massa Lubrense

39.870.472,61

128.957.221,88

30,92%

Meta

9,316.366,00

70.448.336,23

13,22%

Piano di Sorrento

9.079.828,74

110.650.890,63

8,21%

Sant’ Agnello

32.493.402,26

99.792.900,78

32,56%

Sorrento

162.872.946,44

308.179.644,37

52,85%

Vico Equense

22.224.689,74

168.571.015,41

13,18%

Penisola sorrentina

325.720.070,03

1.951.198.438,23

16,69%

Provincia di Napoli

1.776.412.896,96

24.457.840.073,96

7,26%

 

Reddito in Penisola Sorrentina

Quanto guadagnano i cittadini della Penisola Sorrentina

In secondo luogo, in alcuni Comuni della Penisola Sorrentina si riscontra un’ incidenza elevata dei consumi turistici sul totale dei consumi: nel caso di Sorrento i consumi dei turisti superano la metà della spesa complessiva per consumi toccando peraltro percentuali ragguardevoli in altri Comuni (come Sant’Agnello e Massa Lubrense). L’economia di questi Comuni è insomma vitalmente dipendente dall’afflusso di turisti, dalla loro permanenza, dalle somme che vi spendono.
È opportuno a questo punto fare anche qualche breve osservazione sulla qualità dell’ambiente costruito, che ha notevole influenza sulla qualità della vita e sull’attrattività turistica. Va evidenziato che l’ area sorrentina ha subito nel corso del tempo un processo di edificazione massiccia, che ha compromesso ampie zone della costa e, soprattutto nei tempi più recenti, delle colline. La distribuzione squilibrata dei fenomeni turistici, concentrati sulla fascia costiera e prevalentemente stagionali, genera forti pressioni sul contesto ambientale producendo da un lato una persistente domanda di “seconde case” che, concesse in fitto stagionale o in proprietà, riducono la quota di abitazioni a disposizione della popolazione residente generando conseguentemente nuova domanda e nuova edificazione, dall’altro conduce il sovrautilizzo delle risorse ambientali ed insediative.
La qualità dell’ ambiente costruito della Penisola è rappresentato egregiamente nella matrice che segue, estrapolata dal Rapporto sull’ Ambiente della Provincia di Napoli del 2001.

1 La ricerca è stata svolta dall’IRCSIA e diretta dal Prof. Carlo Natale Lauro, ordinario di Statistica all’Università di Napoli Federico II e direttore del Dipartimento di Matematica e Statistica all’università di Napoli. La ricerca condotta sulla qualità della vita nei 92 comuni nella provincia di Napoli, individuava la seguente classifica: 1° Capri, 2° Sorrento, 3° Ischia, 10° Piano di Sorrento, 11° Meta, 14° S. Agnello, 18° Massa Lubrense, 19° Vico Equense.
2 Questa correlazione è stata stimata all’interno dello Studio di Fattibilità Sistema della Mobilità della Penisola Sorrentina – Provincia di Napoli 2002.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*