24) Come ci si muove a Massa Lubrense

LA MOBILITA’ SISTEMATICA DI MASSA LUBRENSE
Massa Lubrense
Gli spostamenti sistematici della popolazione di Massa Lubrense sono contenuti entro i confini comunali per il 55%, 2100 sono movimenti di relazione con l’esterno, solo 720 (pari all’ 11% del totale) sono ingressi dall’ esterno. La popolazione si muove sistematicamente per il 46% (5563 /12029).
Gli spostamenti in ingresso risultano piuttosto sparpagliati, comunque contenuti per il 90% entro i confini provinciali.
All’ auto ricorre il 52% di chi fa ingresso al comune, il mezzo collettivo è utilizzato per il 29%. Nella relazione con i comuni della penisola (fino a Vico) è preferita l’auto, per gli spostamenti di più lungo raggio è preferito il mezzo di trasporto collettivo.

Gli spostamenti in uscita sono destinati quasi totalmente entro la provincia, Sorrento risulta la destinazione principale con una percentuale del 58% delle uscite; esse sono affidate per il 43% all’ auto e per la stessa percentuale al mezzo collettivo (che però è utilizzato maggiormente per i tragitti più lunghi verso Napoli e Castellammare).
Per gli spostamenti interni, risulta notevole (54%), nonostante la diffusione dell’ urbanizzato nel comune di Massa Lubrense, la componente pedonale, l’ auto è utilizzata per il 29% dei movimenti, l’ autobus per il 5% e i mezzi a due ruote per il 4% mentre è significativa la quota che spetta al servizio di scuolabus (11 %).
L’ ora di maggiore movimento è quella tra le 8:00 e le 9:00, gli spostamenti motorizzati, invece, gravano maggiormente su quella anticipata di mezz’ ora. Il 70% degli spostamenti è compreso entro il quarto d’ora, è rilevante(l9%), a causa delle distanze, la quota che impiega fino a mezz’ ora per raggiungere il luogo di destinazione.
Quindi la popolazione di Massa Lubrense si muove all’ interno del suo comune e della sua provincia (verso la penisola e verso Napoli e Castellammare di Stabia). La diffusione dell’ urbanizzato non abbassa la percentuale di spostamenti pedonali (54% del totale), gli ingressi al territorio e le uscite privilegiano l’ auto per le brevi percorrenze, preferiscono il mezzo di trasporto collettivo (bus e interscambio gomma-ferro) per la relazione con i comuni più distanti.

© Testo integralmente tratto dalla Tesi di Laurea intitolata “Il sistema dell’ accessibilità in Penisola Sorrentina”, discussa dal Dott. Marco Fiodo, nell’ anno accademico 2000/2001 presso la Facoltà di Scienze politiche dell’ Università degli Studi di Napoli “Federico II”. Relatore Prof. Italo Talia.
Nessuna parte può essere riprodotta o trasmessa in qualsiasi forma o con qualsiasi mezzo elettronico, meccanico o altro, senza l’ autorizzazione scritta dell’ autore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*