Piano Urbanistico Comunale di Sorrento, conclusioni

Considerazioni conclusive
La redazione di questo piano, per quanto compiuta, sconta le difficoltà già evidenziate nella Premessa e nel capitolo 6 – Le finalità e la metodologia del piano -, nonché l’ applicazione ancora sperimentale della nuova normativa sancita dalla legge regionale sul “Governo del Territorio”. (42)
Tuttavia, l’ elaborazione di questo “primo” Piano Urbanistico Comunale consente di avviare un processo continuo di pianificazione e di monitoraggio dell’ evoluzione in corso e delle azioni previste, finalizzato soprattutto all’ attuazione del “programma degli interventi” di cui all’ art. 25 della citata legge regionale 16/2004.
Per questo, il Puc conserva un carattere di strategia di lungo periodo (fase strutturale) lasciando alla gestione del governo del territorio la fase operativa.
Pur in questo ambito di difficoltà, il piano redatto è pienamente conforme al PUT della Penisola Sorrentino – Amalfitana ed è pienamente coerente con gli obiettivi e le strategie sia del PTR della Campania sia del PTCP in corso di adozione di Napoli, come si evince dal confronto tra le scelte di piano urbanistico di Sorrento ed i contenuti della pianificazione territoriale superiore in itinere.
Per ogni ulteriore definizione si rinvia alle tavole di Piano ed alle Norme tecniche di attuazione.
Ai fini dell’ attuazione della Direttiva 42/2001CE del 27 giugno 2001 in materia di Valutazione ambientale Strategica (VAS) al Puc è allegato, ai sensi dell’ art., 47 della legge regionale L16/2004, il “Rapporto ambientale” ai fini del monitoraggio della situazione ambientale ante e post gli interventi previsti dal piano medesimo.
Note:
42 Allo stato solo alcuni Comuni hanno avviato o concluso l’ iter di redazione del Puc e la Regione Campania non ha ancora individuato l’ elenco ed i contenuti minimi degli elaborati, come previsto dall’ art. 30 della legge regionale 16/2004.
Il testo che precede è integralmente tratto dalla Relazione del Piano Urbanistico Comunale di Sorrento predisposto dal Dirigente del IV Dipartimento del Comune di Sorrento, Ingegnere Guido Imperato con la consulenza del Prof. Arch. Guido Riano

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*